DO IT YOURSELF! NUOVE FORME DI PRODUZIONE E PARTECIPAZIONE
22 FEBBRAIO 2013

Johannes Deutsch

Johannes Deutsch

Nasce a Linz in Austria e si forma nelle discipline delle arti, del design e dei nuovi media. Dal 1975 al 1980 è curatore del Sigmund Freud Museum a Vienna, un’esperienza che rimarrà punto di riferimento costante nella sua produzione artistica dove vi è sempre il riferimento a paesaggi psichici, mondi interiori e lavoro onirico. Alla fine degli anni ’80 inizia a sperimentare con le nuove tecnologie per il bisogno di rendere mobile l’immagine pittorica.

 

Nel 2002 partecipa ad Ars Electronica con l’opera Gesichtsraum (1999-2002), uno spazio reale chiuso a cubo interattivo dove le immagini si proiettano sulle pareti e si modificano grazie all’intervento diretto del pubblico. Numerose mostre personali e collettive presso importanti musei d’arte tra cui: Museum moderner Kunst Stiftung Wien (1992), Neuer Berliner Kunstverain (1994), Kunstmuseum Bonn (1998), Sala Parpalò Valencia (1997), Kunstler Haus Wien (2000, 2010), Ars Electronica Festival (2001, 2002, 2003), Palazzo Bricherasio Turin (2004), Museum fur Gegenwartskunst StiftAdmond (2007), Haus der Musik Wien (2008), Museum National de Arta Contemporanea Bukarest (2009), Museo d’ArteModerna Ugo Carà Muggia-Trieste (2012).

 

Johannes Deutsch combina fotografia tradizionale, pittura, musica e nuove tecnologie per creare le installazioni-performance tratte da opere liriche tra cui: Das Rheingold – Visionized (da Wagner), Vision Mahler (dalla Sinfonia II di Mahler), Manfred (dall’opera di Schumann e Lord Byron). In queste opere Deutsch fa rivivere l’antico sogno delle avanguardie storiche, la spinta verso l’opera d’arte totale.

 

 

Gli altri invitati al Dialogo 2.0 sono…

COPYRIGHT ARSCIENTIA 2012-20
ALL RIGHTS RESERVED
INFO@ARSCIENTIA.EU
CREDITS